STREET ART A BERGAMO CON GIOVANNI MANZONI PIAZZALUNGA

Il 26 novembre 2017 nel Parco Codussi in via Giovanni da Campione a Bergamo, si terrà l’inaugurazione del murales realizzato dall’artista Giovanni Manzoni Piazzalunga, che crea un’opera che vuol essere anello di congiunzione tra due Paesi, Italia e Bolivia, e una riflessione sulla storia e sulla figura della donna.

Il soggetto del wallpaper è la battaglia di Coronilla del 27 maggio 1812, durante la quale un’anziana donna cieca, Manuela Gandarillas, riunì un gruppo di donne per aiutare le truppe a combattere contro il generale Josè Manuel de Goyeneche, che stava riconquistando l’Alto Perù e alcune città boliviane inseguito a moti rivoluzionari di indipendenza. Queste donne decisero di combattere anche a costo della propria vita per liberare e dare autonomia alla città di Cochabamba, diventando così esempio di grande coraggio e valore politico.

L’artista rivista in chiave pop il fatto storico, realizzando dolci ed energiche figure femminili, che si tengono l’un l’altra la mano, tutte unite in un saldo slancio di eroismo, mentre accanto a loro fanno la comparsa animali che ricordano l’America Latina: colibrì, scimmie della specie “palazzo d’oro”, farfalle gialle e nere e pesci di color argento.

A rendere pop la raffigurazione sono i loro abiti, che sono lontani dalla tradizione popolare e da una fedele ricostruzione storica. Infatti Manzoni Piazzalunga le veste con abiti dei supereroi dei fumetti con costumi, maschere per coprire gli occhi e mantelli.

Il wallpaper è stato poi terminato nelle sue variazioni cromatiche dai ragazzi delle scuole superiori nati in Italia da famiglie boliviane, che per un giorno si sono sentiti artisti e artefici di un murales che vuole parlare anche di collaborazione e integrazione.

Giovanni Manzoni Piazzalunga riesce con quest’opera di street art a comunicare il significato vero e autentico del senso di appartenenza a cui s’aggiunge l’importanza della figura della donna, che qui viene omaggiata quale rappresentazione della libertà, del patriottismo e dell’indipendenza (non solo politico- sociale).

Guardando a un’arte che strizza l’occhio a Banksy e JR, Manzoni Piazzalunga conferisce al murales un valore sociale ed etico, oltre che culturale, offrendolo, grazie al contributo del Consolato della Bolivia, come generoso dono alla città di Bergamo.

A nome dei suoi cittadini, grazie mille!

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...